Perù: da Lima a Cuzco

PROGRAMMA DI VIAGGIO
Perù: Lima, Paracas, Arequipa, Chivay, Puno, Canyon del Colca, Titicaca, Cusco, Valle Sacra, Machu Picchu.
Dal 12 giugno 2010 al 27 giugno 2010
Durata: 16 giorni
Tipologia: Tour di gruppo organizzato dall’Italia

Itinerario
12 giugno: Partenza da Roma con volo Iberia per Lima (via Madrid). Arrivo in serata e subito all’hotel Libertador, comodo, senza infamia e senza lode. Subito fuori ci sono dei locali dove poter fare una cena veloce. Stanchissimi, andiamo a letto presto.

13 giugno: Partenza al mattino presto, lungo la Panamericana Sur, per raggiungere la Penisola di Paracas (242 km – circa 3 ore e 30 minuti). Una volta arrivati facciamo subito l’escursione in barca a motore alle Isole Ballestas, anche chiamate le “isole del guano” e considerate le Galapagos del Perù. La quantità di uccelli è impressionante. Finita l’escursione, riprendiamo il bus e ci dirigiamo poi verso la Riserva Naturale di Paracas e visitiamo l’oasi di Huacachina, immersa fra alte dune di sabbia. Facciamo una passeggiata e poi andiamo verso l’hotel a Ica, Las Dunas Resort.

14 giugno: Partiamo per Nasca (140 km – 2 ore). Prima di dedicarci al sorvolo, visitiamo le rovine di Paredones e gli acquedotti incaici. Andiamo poi al piccolo aeroporto dove si parte per il sorvolo delle linee di Nazca. Il nostro aereo è piccolissimo, quattro posti più il pilota. Le linee dall’alto sono molto suggestive, peccato che l’aereo balla molto e qualcuno di noi non si sente bene.
Stasera il nostro hotel sarà il Casa Andina a Nazca.
Per sapere di più sulle linee di Nazca https://it.wikipedia.org/wiki/Linee_di_Nazca

15 giugno: Dopo una bella colazione, partiamo per Camanà (390 km – circa 5 ore e 30 min.), percorrendo la Panamericana attraverso il deserto del Sud e le scogliere che disegnano la costa del Pacifico. Lasciata la Panamericana si risale l’altipiano fino ai 2363 metri di quota di Arequipa (170 Km – circa 3 ore e 30 min.). Ci è voluto tutto il giorno con le varie soste, per cui siamo stanchi. Notte all’hotel Cabildo.

16 giugno: Visitiamo Arequipa con una guida locale. Prima di iniziare il giro, andiamo su una terrazza dalla quale si può vedere i vulcani El Misti (5822 m) e Chachani (6057 m).
Facciamo poi una passeggiata nel centro città, visita della Plaza de Armas, delle chiese barocche e del Monastero di Santa Catalina.
Nel pomeriggio ce ne andiamo in giro per la città a fare shopping, ceniamo in un ristorantino vicino a Plaza de Armas e pernottiamo nel solito Hotel Cabildo.

17 giugno: Partiamo molto presto perché ci sono scioperi e manifestazioni in città e, siccome di solito bloccano le strade di accesso, abbiamo timore di non riuscire ad uscire dalla città se ci attardiamo. Partiamo quindi per la valle di Chivay (175 km – circa 4 ore) risalendo il passo di Patapampa, posto a 4910 metri di quota. La discesa per il canyon del Rio Colca (3350 m-slm) attraversa i terrazzamenti incaici ancora oggi utilizzati dai contadini per la coltivazione di patate e mais. Arriviamo a Chivay. L’hotel è un Casa Andina, molto molto spartano e fa piuttosto freddo, per cui ci facciamo dare un termosifone elettrico alla reception.
Alcuni di noi decidono di andare a farsi un bagno alle sorgenti termali di La Calera: a circa tre chilometri da Chivay. Ci sono delle piscine con acqua calda incastonate fra le pareti del Cañón del Colca. Altri rimangono in città e fanno un giro al mercato, a fare acquisti di guanti e cappellini. L’altitudine comincia a farsi sentire ed il mal di testa anche.

18 giugno: Sveglia alle 4 di mattina. Partiamo per l’escursione alla Cruz del Condor per osservare il profondo Canyon del Colca e il maestoso volo del condor. Il condor è sacro per il popolo Inca. Arriviamo al canyon e c’è veramente tanta gente, ma riusciamo a prendere posto su una roccia proprio di fronte al canyon e aspettiamo i condor che arriveranno dopo una mezzoretta. Il volo dei condor è uno spettacolo a cui non si deve rinunciare, emozionante.
Ripartiamo per Puno (320 km – circa 6 ore) attraverso l’altipiano desertico, ad una quota media di 4000 metri. Passata la cittadina caotica di Juliaca si raggiunge Puno, città posta a 3800 metri di quota, sulle rive del Lago Titicaca. Siamo ormai in serata, ceniamo in un ristorante vicino all’hotel, il Casa Andina, e poi andiamo a visitare la piazza della città.

19 giugno: Da Puno arriviamo sulle rive del lago Titicaca. Prendiamo la barca e visitiamo le isole galleggianti di totora. Visita molto turistica, ma comunque interessante. Proseguiamo poi per l’Isola di Taquile. Taquile è nel mezzo del lago Titicaca. Dall’attracco si risale un sentiero piuttosto in salita che conduce al pueblo di Taquile (3950 m-slm), la gente è molto amichevole ed è facile scambiare due parole. La giornata è bellissima, mangiamo in una terrazza all’aperto. Rientriamo poi a Puno.

20 giugno: Oggi c’è da fare molta strada e molte visite. Partiamo per Cusco (390 km – circa 8 ore) risalendo un altipiano arido sino al passo La Raya (4300 mt-slm) posto ai piedi del ghiacciaio Santa Rosa.
Ci fermiamo alla necropoli di Sillustani e poi, discendendo le fertili vallate del Rio Urubamba, tra le montagne della Cordillera Vilcabamba, visitiamo il tempio preincaico di Viracocha e la chiesa coloniale di Andahuaylillas. Dormiamo in Valle Sacra, all’Hotel San Agustin.

21 giugno: Anche oggi giornata piena. Si risale l’altipiano di Cusco per visitare il vivaio di Moray utilizzato dagli Incas per acclimatare i semi di cereali, patate e fiori tropicali alle quote andine, le spettacolari saline incaiche di Maras, ancora oggi in attività e il villaggio andino di Chincheros con la chiesa del 1600. Visitiamo poi la Valle del Rio Urubamba considerata sacra dagli Incas (40 km).

22 giugno: Finalmente è il momento di andare alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo per partire con il trenino che conduce a Aguas Calientes. Il percorso, di 1 ora e 45 minuti circa, a bordo del treno è consentito solamente il trasporto di un bagaglio a mano del peso massimo di 5 kg. La ferrovia si snoda lungo il suggestivo panorama della Sacra Vallata degli Incas per poi inoltrarsi nell’ambiente selvaggio dell’alta valle dell’Urubamba tra gole spettacolari rivestite di fitta vegetazione pluviale.
Arriviamo ad Aguas Calientes, un piccolo e caotico villaggio posto a 2040 metri di quota, sorto attorno ai binari della ferrovia, con negozi e bazar per i turisti. A piedi arriviamo all’Hotel Hatuchay Tower. Lasciamo il bagaglio e partiamo subito per il Machu Picchu. Si risale in pulmino il colle che porta alle rovine di Machu Picchu (12 km), poste a 2350 metri di quota ed assistiamo al magico gioco dei primi raggi di sole che illuminano le pietre della cittadella incaica.
Facciamo la visita con la guida. Che dire del Machu Picchu? E’ spettacolare! Nel pomeriggio rientriamo ad Aguas Calientes, ceniamo e ci tratteniamo all’Hotel Hatuchay Tower.

23 giugno: Partiamo e prendiamo il treno per Cusco (ca. 3 ore e 45 minuti). Passiamo per Pisac, dove visitiamo un bel mercato folcloristico che si svolge nella piazzetta centrale ogni martedì, giovedì e domenica. Pranziamo a Pisac e ripartiamo percorrendo la vallata fino al villaggio andino di Ollantaytambo dove vediamo la fortezza incaica. Arriviamo a Cuzco in serata. L’hotel di stasera è il Casa Andina.

24 giugno: Giornata dedicata alla più importante festa andina del popolo Incas: l’Inti Raymi.
E’ una manifestazione di ringraziamento al Dio Sole per il raccolto avuto e per propiziare il raccolto successivo, in un’atmosfera intrisa di folclore e culto animista. La festa del popolo quechua si celebra in concomitanza con il solstizio d’inverno e si svolge in questo modo: al mattino inizia dal Tempio di Coricancha sino alla Plaza de Armas e alla Cattedrale, nel pomeriggio termina con una rappresentazione “teatrale” alla fortezza di Sacsayhuaman. Lo spettacolo, molto seguito dagli indios e dagli sciamani andini, impegna molte comparse vestite di abiti e costumi ricostruiti in autentico stile Incas. La manifestazione ci è sembrata molto turistica, ma comunque carina.

25 giugno: La giornata è dedicata alla visita di Cusco. Posta a 3350 metri di quota, Cusco, che in lingua quechua si traduce in “l’ombelico del mondo”, è l’antica capitale dell’Impero Inca. I siti archeologici, i tesori dell’epoca coloniale, i mercati, le chiese e le piazze, fanno di Cusco la più affascinante città del Sud America. Visitiamo il centro coloniale di Cusco con le chiese e i palazzi costruiti sulle fondamenta dei templi Incas. Nel pomeriggio andiamo ai siti archeologici nei dintorni di Cusco: i centri cerimoniali di Tambomachay e Quenqo e la fortezza di Sacsayhwaman.

26 giugno: Siamo al termine del nostro viaggio. Andiamo in aeroporto per prendere il volo per Lima. All’arrivo facciamo una breve visita guidata della città, del Museo di Archeologia e Antropologia e del quartiere di Miraflores.
In serata andiamo in aeroporto: abbiamo il volo Iberia per Roma via Madrid.

27 giugno: Il viaggio è finito. Arriviamo a Roma in serata

Alloggi
Sono tutti hotel di buon livello. Tutti molto piacevoli, i soli molto spartani sono stati quelli a Ica e a Chivay, con camera molto essenziale e molto freddo.

Lima: Libertador
Ica: Las Dunas Resort
Nasca: Casa Andina Classic
Arequipa: Cabildo
Chivay: Casa Andina Classic
Puno: Casa Andina Classic
Valle Sacra: San Agustin
Aguas Calientes: Hatuchay Tower
Cusco: Casa Andina Classic

Commenti
Un viaggio in tutta comodità per visitare le meraviglie del Perù e scoprire luoghi inediti, nel relax dei primi giorni lungo la costa del Pacifico per poi affrontare lentamente le quote andine, con un acclimatamento graduale. Il percorso è stato effettuato su strade asfaltate in buono stato.
I giorni non sono stati molti, ma sufficienti per vedere le peculiarità del paese. Il viaggio è stato un viaggio di gruppo, organizzato, con guida, che ci ha saputo mostrare e far amare questo paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: