Musei Vaticani: week end a Roma


Era tanto tempo che volevamo visitare i Musei Vaticani, ma nonostante il fatto che sia io che mia moglie Valeria avessimo vissuto circa un anno a Roma tanti anni fa, non c’era mai stata l’occasione. Quest’anno nell’occasione della mostra fotografica di Steve Mc Curry abbiamo deciso di organizzare un week end nella capitale. Un sabato mattina siamo partiti assieme ai nostri amici lucchesi conosciuti in Perù, per arrivare intorno alle dodici nei pressi del Vaticano, dove avevamo prenotato il Bed and Breakfast Papa Vista Relais. Lasciamo l’auto al parcheggio sotterraneo del mercato Trionfale a trenta metri dall’albergo e lasciate le valigie usciamo per uno spuntino per pranzo.

Musei Vaticani - Galleria delle Carte GeograficheL’ingresso ai Musei Vaticani lo abbiamo prenotato sul sito per le 13.00, consapevoli che senza prenotazione la coda per l’accesso alla biglietteria è normalmente chilometrica… Alla biglietteria convertiamo il nostro voucher stampato dal sito con i biglietti ed entriamo. La visita può essere effettuata in autonomia oppure con il supporto di una guida personale. In caso di visita autonoma, consigliamo di prendere le audio guide che aiutano. Purtroppo dobbiamo notare che l’organizzazione non è delle migliori: la cartina fornita non è aggiornata con il percorso attuale e la numerazione delle opere non è completa, le schede nell’audio guida sono numerose ma non esaustive. Altra critica che mi sento in dovere di fare è al personale di servizio che non è così attento a ciò che accade intorno; in particolare non fa niente per reprimere il comportamento dei turisti in violazione delle normali regole di comportamenti in un luogo del genere e dei divieti specificati dai cartelli. Tutt’altro commento ovviamente per quelle che sono le opere contenute nelle sale del museo, che non hanno pari in tutto il mondo.

Musei Vaticani, Cappella SisitinaCompletato il giro dei Musei Vaticani, decidiamo di fare due passi fino a raggiungere la Basilica di San Pietro, che si trova a pochi minuti. Il sole sta ormai tramontando e ci gustiamo la piazza antistante alla Basilica con la calda luce del fine giornata. Stanchi morti per i chilometri percorsi in tutto il pomeriggio, rientriamo in albergo per riposarci un po’ prima di uscire per la cena. Il Papavista Relais ha solo sei camere e si trova al terzo piano di un palazzo in via Tunisi, proprio davanti all’ingresso dei Musei Vaticani. La posizione oltre che per la visita alla Città del Vaticano è fantastica anche per il fatto che si trova a pochi passi dalla fermata della metro di Ottaviano, che in due fermate arriva in centro a Roma.

Per la cena andiamo a Trastevere, dove, dopo un giro turistico delle viuzze scegliamo di fermarsi per la cena all’Osteria Cacio e Pepe in vicolo de’ Cinque, dove mangiamo veramente bene.

Dopo cena concludiamo la serata completando prima un giro a piedi di Trastevere e quindi un giro in auto per vedere i più noti monumenti di Roma illuminati nel buio della notte.

Giorno successivo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...