Koh Poda e Koh Hong – uscite in long tail boat da Tub Kaek, Krabi


Nei giorni di permanenza nella spiaggia di Tub Kaek, oltre a sforzarsi di trovare la miglior angolazione per non lasciarsi sfuggire nemmeno un raggio di sole, abbiamo anche fatto alcune uscite in barca nelle isolette circostanti. Il paesaggio davanti ad Ao Nang e dintorni è quello tipico del mare delle Andamane con delle formazioni calcaree e granitiche ricoperte da una vegetazione lussureggiante, circondate da un mare cristallino, con infinite tonalità di azzurro e di verde.

Per gli spostamenti utilizziamo le long tail boat, pratiche barche a motore con capacità di massimo 4 persone oltre al capitano. Da tenere presente che qualsiasi domanda vorrete fare al capitano, immancabilmente la sua risposta sarà sempre yes, e non perché vi sta rispondendo affermativamente ma perché è una delle poche parole che conosce in una lingua diversa dalla sua. Partite coscienti che per qualunque necessità doveste avere dovrete cavarvela a gesti… I tempi di traversata sono per lo più brevi: ci vogliono circa venti minuti per arrivare a Hong Island da Tub Kaek, circa il doppio per Poda Island che si trova davanti ad Ao Nang. Il costo varia da 1700 a 3000 Bath in funzione della distanza e del numero dei passeggeri, due o quattro, e ovviamente anche dal punto di partenza. Da Ao Nang  sono numerose le partenze, mentre a Tub Kaek le long tali boat disponibili sono sempre al massimo una decina.

Koh Poda

Poda Island, Ao Nang Krabi Thailandia

Per la visita di Koh Poda e relativi isolotti circostanti è bene riservare un giorno intero. Poda Island è una stupenda isola di sabbia bianca con un mare di una trasparenza impressionante. La particolare bellezza del luogo attrae numerosi turisti che passano la giornata su queste spiagge, tanto che, a mio avviso, risulta un po’ troppo sfruttata. Dopo alcune ore riprendiamo la long tail boat e ci spostiamo di poche miglia fino a raggiungere Chicken Island, soprannominata così per la vaga somiglianza con un pollo. Qui la presenza della barriera corallina richiama moltissimi pesci e non possiamo fare a meno di tuffarci in queste acque per un po’ di snorkeling. Proseguiamo il nostro percorso fino ad arrivare a Tub Island, sempre nelle vicinanze. Qui una lingua di sabbia collega l’isola di Chicken Island ad un’altro isolotto. Inutile dire che il luogo è bellissimo, e l’unico rischio è quello di non avere crema a sufficienza per non scottarsi.

KhoTub, Chicken Island - Ao Nang, Krabi Thailandia

Koh Hong

Hong Island - spiaggia - Krabi Thailandia

Anche per Koh Hong e isole limitrofe è necessario dedicare un giorno intero. Hong Island è a mio avviso ancora più bella, forse perché un po’ più distante da Ao Nang e meno sfruttata dal turismo, più piccola di dimensione e meno dispersiva della lunga spiaggia di Poda. Koh Hong ha una forma particolare con speroni a picco sul mare; arriviamo su una spiaggia di sabbia bianca di dimensioni modeste che si affaccia su un golfo molto suggestivo con l’acqua di un verde accecante. Dopo aver trascorso alcune ore in questo paradiso, riprendiamo la boat e ci spostiamo nella laguna interna all’isola. Si arriva nella laguna attraversando un canale di ridotte dimensioni che passa nel mezzo alle rocce. Hong Island vista dal cieloAll’interno di questa laguna assaporiamo con i nostri sensi la magia del luogo: il verde smeraldo dell’acqua, la tranquillità data dal silenzio assoluto e la completa solitudine lascia un ricordo indelebile nelle nostre menti. Hong in lingua Thai significa camera ed effettivamente questo luogo sembra essere proprio tale. Proseguiamo il nostro itinerario ed arriviamo a Pakbia Island, altra isoletta da non perdere.

Quando arriva l’ora di partire per tornare in albergo il nostro motore fa i capricci e non vuol sentirne di mettersi in moto. Il nostro capitano ride e continua a parlare una lingua che lui crede essere inglese, creando un certo disagio ed apprensione sul risultato della giornata… Siamo rimasti quasi soli su quest’isola e visto che era una settimana che non cadeva nemmeno una goccia, improvvisamente anche le nuvole hanno deciso di spostarsi sulle nostre teste ed aprire i rubinetti. Quando tutto sembra volgere al peggio un capitano di un’altra boat ci presta la sua batteria e, evviva, riusciamo a mettere in moto il nostro motore. Restituita a malincuore la batteria (capisco che gli servisse…) siamo partiti per rientrare a Tub Kaek sperando che il motore non si spegnesse…

Da non dimenticare: crema solare, occhiali, pinne, maschera, boccaglio. Per mangiare a Poda trovate un piccolo punto ristoro, mentre a Hong la situazione è un po’ più precaria. I capitani delle imbarcazioni sono forniti di acqua in abbondanza (anche refrigerata) e ananas. Se non siete esigenti può essere più che sufficiente.

Non tutti i giorni li abbiamo passati in barca in giro per le isole, anche la spiaggia di Tub Kaek è piacevole ed offre un oasi di tranquillità che ci siamo goduti fino all’ultimo giorno prima del nostro rientro a casa.

2 risposte a “Koh Poda e Koh Hong – uscite in long tail boat da Tub Kaek, Krabi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...