Thailandia: Bangkok, il Palazzo Reale, Wat Pho, Wat Traimit e Wat Benjamabophit – 2° giorno


Chao Phraya River Express di BangkokLa mattina, dopo una fantastica colazione al Siam City, ci aspetta la visita del Palazzo Reale. L’albergo è a pochi metri dalla fermata dello skytrain dove prendiamo il primo treno fino alla stazione di interscambio centrale a due sole fermate. Quindi prendiamo l’altra linea fino a raggiungere la fermata subito prima del fiume. Il biglietto dello skytrain si acquista subito prima di entrare nella stazione sia da distributori automatici che dai classici sportelli con operatore. La tariffa varia in funzione di quanto è lungo il percorso, ed è quindi indispensabile sapere prima dove si sale e dove si scende. Lasciato la metro proseguiamo con il battello del servizio di trasporto fluviale Chao Phraya River Express per alcune fermate fino a raggiungere la zona dei templi – fermata Tha Chang. Detta così sembra complessa, ma in realtà è molto semplice e anche abbastanza veloce (sempre tenendo conto delle dimensioni di questa megalopoli).

Templi e palazzi reali di BangkokIl complesso del Palazzo Reale di Bangkok si trova nel centro storico della città ed è senza dubbio l’attrazione turistica più visitata di Bangkok. Date le temperature è consigliabile organizzare la visita al mattino; ricordatevi che è necessario indossare pantaloni lunghi ed avere le spalle coperte in segno di rispetto.
Il Palazzo Reale ha una superficie di 218,400 metri quadrati ed è circondato da mura merlate lunghe quasi 2 km risalenti al 1782. Fino al ’46 è stata residenza reale, e attualmente è utilizzato per le cerimonie reali e le visite di Stato. È uno spettacolare insieme di padiglioni, cupole e pinnacoli dorati, in puro stile thai. Escluso qualche sala, il Grand Palace è chiuso al pubblico, ma sono oggetto di visita le altre costruzioni, cortili e giardini del complesso.

Il complesso è suddiviso in 4 sezioni:

  • Il Cortile Interno a nord, dove ci sono gli edifici il cui accesso era consentito alle sole donne ed al sovrano.
  • Il Cortile Esterno a sud, nei cui palazzi erano ospitate le sedi dei ministeri, della Guardia Reale e del Tesoro.
  • Il Cortile Centrale, in cui si trovano i Palazzi di maggiore interesse, tra cui il Chakri Mahaprasad Hall, dove il re riuniva la corte e dava udienze. Fu fatto costruire da Rama V in uno stile misto tra il rinascimentale italiano e il thailandese classico, ed ospita la Sala del Trono.
  • Il complesso di Wat Phra Kaew, ossia il tempio del Buddha di Smeraldo, è un insieme di edifici religiosi di stili ed epoche diverse. All’interno del suo tempio principale, che ha la funzione di cappella reale, è conservato il sacro Buddha di Smeraldo, una delle reliquie più venerate della Thailandia. Si tratta di una statua alta 65 cm raffigurante Buddha seduto, scolpita nella nefrite (diaspro verde o giadeite), adornato con vesti dorate.

Nel pomeriggio, la visita prosegue nei tre templi più conosciuti:

Wat Pho / Buddha sdraiato

  • Wat Pho o Tempio del Buddha sdraiato, è il più antico tempio di Bangkok ed anche il più grande monastero della Thailandia. Costruito nel XVII secolo, custodisce la statua del Budda sdraiato lunga 46 mt e alta 15 mt. Il corpo è rivestito d’oro, gli occhi e i piedi sono decorati con madreperla, mentre sulle piante dei piedi sono raffigurate 108 scene augurali abbellite da conchiglie in stile cinese e indiano. Le pareti del tempio sono affrescate con scene degli annali storici di Ceylon e con ritratti dei discepoli di Buddha. Il complesso di Wat Pho consiste in due aree recintate divise dalla Soi (via secondaria) Chetuphon. L’area settentrionale è quella sacra, dove si trovano i templi e la scuola di massaggi. In quella meridionale, prettamente residenziale, si trova un monastero che ospita i monaci e una scuola.
  • Wat Traimit. Il Tempio del Buddha d’Oro è situato nel quartiere cinese, ed è la più grande statua in oro massiccio al mondo ed uno dei tesori più preziosi della Thailandia e del buddhismo. La statua è alta ben 3 metri per un peso di circa 5 tonnellate; rappresenta Buddha seduto a terra con le gambe incrociate nella posizione del Bhumisparsamudra, che assunse quando ottenne la Bodhi (l’Illuminazione). Oltre che per il valore economico e simbolico, la statua colpisce per la serenità e l’energia che le fattezze del Buddha emanano, rendendola una delle più amate e venerate in Thailandia.
  • Wat Benjamabophit o Tempio di Marmo è il più recente fra i grandi templi di Bangkok. Costruito nel XIX secolo in marmo bianco di Carrara è circondato da un giardino e rappresenta un mix di stile Thai e Europeo.

Ristorante Grill con carboni ardenti in tavola al Siam Center - Bangkok Dopo un riposino in hotel, usciamo di nuovo per cena. Lo sky train è a pochi passi, fermata di Phaia Thai, ed in 5 minuti andiamo a Siam dove si trova il Siam Center. Cena in un ristorante molto carino e particolare, il Sukishi Charcoal Grill: ogni tavolo è accessoriato con una cappa aspirante, quello che puoi ordinare è tutto da cuocere sul barbecue che ti viene portato direttamente a tavola con i carboni ardenti.

Advertisements

Una risposta a “Thailandia: Bangkok, il Palazzo Reale, Wat Pho, Wat Traimit e Wat Benjamabophit – 2° giorno

  1. We absolutely love your blog and find nearly all of your post’s to be just
    what I’m looking for. Do you offer guest writers to write content in your case?
    I wouldn’t mind publishing a post or elaborating on many of the subjects you
    write in relation to here. Again, awesome web site!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...